Unione di Comuni

Le Unioni di Comuni sono Enti Locali territorialmente contermini, disciplinati dalla D.Lgs. 267/2000 e dalla L.R. 4 febbraio 2016, n. 2 per l’esercizio congiunto, in ambiti territoriali adeguati, di funzioni e servizi ad esse attribuite dalla legge o dai comuni che ne fanno parte.

L'atto costitutivo e lo statuto dell'unione individuano gli organi dell’Unione e le loro competenze, le modalità per la loro costituzione, la sede, l’ordinamento finanziario. Lo Statuto definisce, altresì, le procedure conseguenti allo scioglimento dell’Unione o al recesso da parte di uno dei Comuni partecipanti. 

Al fine di una migliore organizzazione dell'esercizio associato delle funzioni e dei servizi e in relazione al particolare contesto territoriale, lo Statuto dell'Unione può prevedere la gestione delle funzioni e dei servizi per sub-ambiti territoriali.

Lo Statuto determina le modalità organizzative, l'articolazione territoriale e il numero di comuni facenti parte dell'Unione che costituiscono il sub-ambito territoriale, il quale può essere organizzato, anche attraverso convenzione, esclusivamente tra i comuni facenti parte dell'Unione di comuni. La convenzione stabilisce il Comune capofila e regola i rapporti tra i Comuni ai sensi dell'articolo 30 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali).

Attualmente le Unioni di Comuni sono 37 di dimensioni variabili e ricoprono circa il 78% del territorio regionale.

 

Visualizza le Unioni di Comuni

Condividi: